Unesco
Trekking urbano

 

Percorsi a piedi, passeggiate lente che toccano monumenti d’arte, punti panoramici, osterie di cucina tipica, botteghe artigiane, mercatini, parchi giochi e luoghi in cui è possibile vedere la vita locale: tutto questo è il Trekking urbano.
Una forma di turismo sostenibile e rispettoso della qualità di vita dei residenti, che trova a Siena una "palestra" ideale per la bellezza delle proprie vie e la possibilità di scoprire – camminando fra un monumento e l'altro - il vivere quotidiano della nostra città.

Il Trekking urbano è nato proprio a Siena (ogni 31 ottobre in decine di città si celebra la Giornata nazionale del Trekking Urbano di cui Siena è capofila) ed è un nuovo modo di fare turismo dolce e lontano dai circuiti più conosciuti: sostenibile, libero e ricco di sorprese perché privilegia gli angoli più nascosti e meno noti di una città d'arte.

E' uno sport dolce, adatto a tutte le età e a tutte le stagioni, un’attività che oltre a far bene allo spirito e alla mente, permette di mantenersi in forma. Camminare a passo sostenuto per almeno 20 minuti consente, infatti, di bruciare circa 150 kilocalorie, allontanare i rischi legati a ipertensione, osteoporosi e di curare le conseguenze della vita sedentaria come stress, ansia e depressione. In più, consente a chi lo pratica di bruciare da un minimo di 450 kilocalorie (percorso di un’ora) a un massimo di 1.800 kilocalorie (percorso di quattro ore) per volta. 

Gli itinerari sono differenziati per lunghezza e per difficoltà al fine di poter essere percorsi sia da persone allenate che dai meno esperti: ogni momento dell’anno è adatto per provare l’esperienza del Trekking urbano.

Load