Unesco
Casa Santuario di Santa Caterina da Siena
Riunisce vari ambienti attorno alla casa della famiglia Benincasa

La Casa natale di Santa Caterina da Siena venne trasformata in santuario nel 1464 e qui si trovano molte testimonianze relative alla sua vita.

L'ingresso è costituito oggi dal Portico dei Comuni, realizzato nel 1941, due anni dopo la proclamazione a Patrona d'Italia da parte di Papa Pio XII. Nel 1999 Papa Giovanni Paolo II l'ha proclamata anche compatrona d'Europa. Il portico è così chiamato perché ogni comune italiano contribuì simbolicamente – con un mattone – alla sua realizzazione. E ogni anno, in occasione delle Feste in onore di Santa Caterina (29 aprile) un Comune d'Italia o un'Associazione offre l'olio per alimentare la fiamma di questa lampada votiva in bronzo, voluta dalle madri dei soldati caduti durante la seconda guerra mondiale.

La Casa-Santuario è composta da vari ambienti: la Chiesa del Crocifisso (l'opera, su tavola, dalla quale la Santa ricevette le stimmate nella Chiesa di Santa Cristina a Pisa nel 1375), l'Oratorio superiore con bel pavimento in maiolica, l'Oratorio della Camera affrescato nel 1896 da Alessandro Franchi, e la Chiesa di Santa Caterina in Fontebranda, con una statua lignea opera di Neroccio e dipinti di Della Pacchia e del Sodoma.

Indirizzo

Via Costa di Sant'Antonio 6

53100 Siena

 

 

Telefono
0577 221562
Fax
0577 280540
Email
Web
Informazioni utili

Struttura completamente accessibile.

Orari:

Casa-Santuario: 9.30 – 19.00

Chiesa del Crocifisso: 9.30 - 12.30 ; 15.00 - 19.00